Imparare a stare accanto – Si può vincere

Autori:
Illustrazione di Claudia Bignardi
Illustrazione di Claudia Bignardi

Di Lina, mamma di Sara

Parlare di anoressia è molto, molto complicato e non facile. Sono la mamma di Sara, lei si è ammalata di anoressia a 12 anni. Sara, il 25 marzo compie 21 anni e stiamo ancora oggi combattendo con questo Mostro. In questi anni io e mio marito abbiamo lottato con lei e la malattia ha preso anche noi! Paure, sfiducia, malessere, preoccupazioni, ansie, corse in ospedale e il dramma di non farcela. Io e mio marito, abbiamo imparato a conoscere meglio la malattia, grazie al supporto medico dell’ospedale Niguarda e della Comunità di Villa Miralago. Corsi di gruppo con psicologi e il confronto con altri genitori, ci hanno aiutato e ci hanno dato forza, perché non eravamo soli. Le famiglie hanno bisogno di un supporto competente. Per non mollare si ha bisogno di una grande squadra. La speranza alcune volte la si perde, ma poi si prova «un’altra strada e un’altra ancora». Si spera sempre che la «prossima» sia quella giusta. Si può VINCERE, si DEVE VINCERE. Ce la faremo. 

Diffondi questa storia

Iscriviti alla nostra newsletter

Newsletter (sidebar)
 
 
 
 

Potrebbe interessarti anche:

Torna in alto