La mia laurea e l’amore. Ho rischiato e ho vinto.

Autori: Il Bullone

Di Eleonora Bianchi

Ogni giorno siamo posti di fronte a dei rischi che possiamo decidere di correre o evitare, ma anche la scelta di non correre un rischio può portare a qualcosa di indesiderabile. Di fronte a una scelta che comporta dei rischi è la nostra personalità, la nostra coscienza a guidarci. Qualcuno sarebbe disposto a rischiare tutto pur di raggiungere un obiettivo. Qualcun altro pondera diversamente, invece, le sue decisioni valutando pro e contro prima di agire.

Alla fine delle superiori ero disposta a tutto pur di avere una laurea e verso la fine dell’università, a un passo dal traguardo, avrei abbandonato, ciò nonostante ho preso una decisione, lavoravo e forse una parte di me avrebbe voluto continuare su quella strada, ma la mia testa mi diceva altro. Avevo fatto parecchi sacrifici e ancor di più ne avevano fatti i miei genitori. Desideravo più di tutto renderli orgogliosi di me e io poter dire di avercela fatta, a discapito di tutto quello che gli insegnanti delle medie mi avevano detto, cioè che non sarei mai arrivata chissà dove, se avessi intrapreso la scuola di parrucchiera.

Non ho mai sopportato questi luoghi comuni e proprio per questo volevo dimostrare che anche chi parte da basi forse mediocri, può raggiungere il suo sogno correndo dei rischi, sentendosi in difetto alle volte, ma senza mai abbattersi. Sì, a un certo punto avrei voluto lasciare tutto, ero stanca, facevo fatica, iniziavo a pensare che forse davvero non ero all’altezza, ma ho corso il rischio, ho abbandonato il lavoro, ho ripreso a studiare e, anche se con il più basso dei voti, ho portato a casa l’ultimo esame e mi sono laureata con il mio anno di nascita: un bel 93.

Oggi, guardando indietro forse non avrei nemmeno scelto di intraprendere il percorso universitario che ho fatto, ma correre il rischio di un fallimento in realtà mi ha portata a realizzare il traguardo di essere dottoressa. Oggi il lavoro che faccio non c’entra nulla con quello che ho studiato, anche in questo caso ho corso il rischio di provare qualcosa di mai tentato, è difficile, ma mi dà grande soddisfazione e quindi correrei ancora molti rischi, se nonostante tutto mi conducessero a qualcosa di cui essere grata. Penso anche ai sentimenti, mentre scrivo, e di sicuro dei rischi li ho corsi, sono rimasta a lungo accanto a persone credendo che fossero importanti. Trascorso del tempo però, mi accorgevo che in realtà alcune delle persone a cui ero vicina non mi rappresentavano veramente e ho deciso di allontanarmi. Ho perso qualcuno, ma chi davvero mi voleva bene è sempre rimasto dimostrandomi il suo affetto anche quando distanti, e così allontanandomi ho compreso chi desiderava veramente stare con me. Le scelte siamo sempre noi a prenderle, dopodiché bisogna fare il confronto con le conseguenze.

Diffondi questa storia

Iscriviti alla nostra newsletter

Newsletter (sidebar)
 
 
 
 

Potrebbe interessarti anche:

Torna in alto